Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Chi siamo

Presentazione

La Fish-Sardegna onlus è un’organizzazione apartitica e aconfessionale, ha la struttura democratica, opera prevalentemente su base di volontariato; le cariche sociali sono svolte gratuitamente.

Essa non ha lo scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà e di promozione sociale al fine di:

a) rimuovere ogni ostacolo alla piena inclusione sociale ed al pieno sviluppo umano delle persone con disabilità, in attuazione di quanto contenuto nel 2° comma dell’articolo 3 della Costituzione Italiana

b) promuovere il sostegno ed il potenziamento della autonomia di vita, per quanto possibile, in relazione alla situazione personale di disabilità, anzitutto delle persone pluriminorate o comunque impossibilitate ad esercitare autonomamente le funzioni vitàli primarie, come definite dal comma 3, articolo 3 della legge 104/92

c) prevenire e rimuovere le cause e le situazioni che generano l’insorgenza di disabilità o di handicap in ogni settore sociale e produttivo, anche attraverso lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica

d) realizzare l’effettiva pari opportunità fra tutte le persone, disabili o normodotate, in relazione al pieno godimento dei diritti di cittadinanza

e) promuovere e diffondere una nuova cultura politica e sociale basata sul valore positivo della diversità

f) promuovere le modifiche delle normative comunitarie, nazionali e regionali affinché siano ispirate al principio di eguaglianza delle persone con disabilità e partecipare ad iniziative in ambito legislativo, amministrativo e giudiziario a tutela delle persone con disabilità, delle loro famiglie e delle loro organizzazioni

In particolare la Fish-Sardegna onlus persegue i propri scopi anche attraverso lo sviluppo di attività atte a:

g) promuovere e programmare attività di formazione, di qualificazione, di riqualificazione e di aggiornamento professionale, rivolte a docenti e operatori scolastici secondo le modalità e le disposizioni previste per la realizzazione della integrazione nelle scuole

h) perseguire la realizzazione del diritto allo studio, agevolare l’accesso all’informazione, ai sistemi d’informatizzazione, sostenere lo sviluppo della sperimentazione didattica, volti a concretizzare modelli di integrazione scolastica ed universitaria in Sardegna

i) rimuovere le norme che generano disparità o esclusione nelle rappresentanze e non garantiscono il pluralismo democratico fra tutte le associazioni delle persone con disabilità e delle loro famiglie negli organismi politici e istituzionali della Repubblica

j) potenziare e sviluppare i servizi sociali integrati su tutto il territorio regionale, secondo i criteri di universalità, sussidiarietà, riservatezza, partecipazione e democraticità

k) programmare ed attuare la predisposizione di interventi finalizzati allo sviluppo della vita indipendente e dell’autonomia personale attraverso il coinvolgimento degli interessati e delle loro famiglie, nonché progettare e attuare risposte al ”Durante e dopo di noi”

l) promuovere, partecipare e attuare iniziative mirate all’applicazione delle normative sul diritto al lavoro dei disabili ed ad ogni altra iniziativa progettuale mirata al loro inserimento socio-lavorativo

m) promuovere l’adozione di provvedimenti di sgravio e/o di agevolazioni fiscali. Promuovere e attuare iniziative per l’assistenza e il sostegno economico nonché sociale e sanitario alle persone con disabilità in situazione di gravità e alle loro famiglie, secondo il dettame costituzionale e le direttive dell’Unione Europea

n) assicurare la piena attuazione del diritto alla mobilità ed alla fruizione autonoma del territorio, come diritto naturale della persona

o) favorire il pieno, libero e consapevole coinvolgimento delle persone con disabilità nelle scelte e nelle iniziative che li riguardano, mediante il metodo della concertazione, della co-progettazione e della programmazione intersettoriale

p) promuovere la libera circolazione e l’accessibilità dei siti territoriali e informatici che garantiscono il diritto all’informazione e alla piena e libera fruizione della cultura

q) promuovere, fra le persone con disabilità, fra i loro familiari, fra le loro associazioni e nella società, la partecipazione consapevole ad un patrimonio ideale ispirato all’uguaglianza, alla libertà, alla dignità e alla solidarietà secondo quanto contenuto nella Costituzione Italiana

r) promuovere e partecipare, in forma singola e/o in partenariato, ad iniziative e a progetti nell’ambito della cooperazione e della solidarietà internazionale per l’affermazione e la difesa dei diritti umani e per promuovere la dignità delle persone con disabilità

s) promuovere e partecipare ad iniziative e progetti in collaborazione con le organizzazioni aderenti al forum del terzo settore operante in Sardegna

t) promuovere, organizzare e attuare periodici di informazione, pubblicazioni e corsi di formazione per docenti scolastici, operatori per il sostegno dell’inclusione sociale, per operatori culturali, bibliotecari e per operatori di strutture per la mobilità

u) promuovere e partecipare a strumenti e moduli organizzativi societari che consentano la realizzazione degli obiettivi e delle finalità statutarie

v) promuovere e diffondere prodotti editoriali per cittadini con disabilità sensoriali.